vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Il progetto formativo

L’attivazione di un tirocinio richiede la predisposizione per ciascun tirocinante di un progetto formativo, definito sulla base di modelli predisposti dalle Regioni e Province Autonome.

Il progetto, da sottoscrivere da parte dei soggetti coinvolti nell’esperienza di tirocinio (tirocinante, soggetto ospitante e soggetto promotore), è strutturato secondo le seguenti sezioni:

anagrafica: dati identificativi del tirocinante, dell'azienda o amministrazione pubblica, del soggetto promotore, del tutor individuato dal soggetto ospitante e del referente nominato del soggetto promotore;

elementi descrittivi del tirocinio: tipologia di tirocinio, settore di attività economica dell'azienda (codici di classificazione ATECO) o dell'amministrazione pubblica, profilo professionale di riferimento dell'attività del tirocinio (codici di classificazione CP ISTAT), estremi identificativi delle assicurazioni, durata e periodo di svolgimento del tirocinio, sede prevalente di svolgimento, entità dell'importo corrisposto quale indennità al tirocinante;

specifiche del progetto formativo: a) indicazione, ove possibile, della qualifica professionale di riferimento nel Repertorio nazionale di cui alla legge n. 92/2012, art. 4, comma 67, ed eventuale livello EQF. Nelle more della definizione del Repertorio nazionale si fa riferimento ai Repertori Regionali, ove definiti dalla Regione; b) attività da affidare al tirocinante durante il tirocinio; c) obiettivi e modalità di svolgimento del tirocinio; d) competenze da acquisire con riferimento alla figura professionale di riferimento;

diritti e doveri delle parti coinvolte nel progetto di tirocinio: tirocinante, tutor del soggetto ospitante e referente del soggetto promotore.

Per qualificare la componente formativa del tirocinio, la Regione Emilia Romagna ha introdotto come obiettivo del tirocinio gli standard di conoscenze e capacità contenuti nel Sistema regionale delle qualifiche.

Nella sezione allegati sono disponibili le Nuove Linee guida operative per gli Enti/Aziende - soggetti ospitanti – per facilitare la predisposizione del progetto formativo dei tirocini da attivare in Emilia Romagna.