La chimica nell’arte: i pigmenti cristallini (a.a. 2022/23)

  • Cos'è

    PCTO - Blended (online e in presenza)

  • A chi è rivolto

    Max 36 studenti (9 per ogni edizione)

  • A cosa serve

    Analisi chimica qualitativa di pigmenti mediante tecniche strumentali

  • Quando

    Gennaio-Maggio 2023 - TOT: 15 ore - Totale Edizioni: 4

Dipartimento/Struttura di Ateneo che eroga l'iniziativa 

Chimica "Giacomo Ciamician" - CHIM

Modalità di erogazione

Blended (in presenza e online). 2 incontri introduttivi da remoto + 3-4 incontri in presenza; sempre al pomeriggio. 

Descrizione del Progetto

Il progetto si propone di introdurre gli studenti allo studio di pigmenti per l’arte con un approccio chimico/scientifico il cui elemento fondamentale è il laboratorio, inteso sia come luogo fisico sia come momento in cui lo studente è attivo, formula le proprie ipotesi, progetta e sperimenta, discute e argomenta le proprie scelte, impara a raccogliere dati e a confrontarli con le ipotesi formulate. Il progetto è suddiviso in diversi moduli, ciascuno relativo ad una diversa attività sperimentale, ed offre occasioni di interdisciplinarietà.

Obiettivi del Progetto

L'obiettivo del progetto è offrire allo studente un’esperienza utile per la scelta del corso di studio. A tal fine è previsto l’utilizzo di moderne apparecchiature scientifiche presenti nei laboratori universitari con lo scopo di far acquisire la consapevolezza che la conoscenza della composizione e di gran parte delle caratteristiche delle sostanze sono specifico oggetto di studio e di lavoro del chimico.

Elenco attività

Attività di preparativa e analisi qualitativa di solidi inorganici.

 

Aggiornamento posti disponibili

i posti sono esuauriti

Contatti

Referente scientifico - Prof.ssa Elisa Boanini

Ufficio ASL/PCTO

Scrivi una mail