La costa ravennate e l'acqua (a.a. 2022/23)

  • Cos'è

    PCTO - in presenza a Ravenna

  • A chi è rivolto

    Max 30 studenti

  • A cosa serve

    50 km in 6 tappe esplorando aspetti ambientali e impatti antropici

  • Quando

    Una giornata da concordare tra aprile e maggio 2023 - TOT: 8 ore

Dipartimento/Struttura di Ateneo che eroga l'iniziativa 

Scienze biologiche, geologiche e ambientali - BiGeA

Modalità di erogazione 

In presenza. 

Sede 

Gli incontri si terranno presso varie località nel territorio comunale di Ravenna

Periodo di svolgimento

Il PCTO verrà erogato in una singola giornata da concordare con le scuole nel periodo compreso tra aprile e maggio 2023. Sarà successivamente cura del Dipartimento confermare la data prevista.

Descrizione del Progetto 

Il progetto “LA COSTA RAVENNATE E L'ACQUA” è un’uscita didattica in campo nel territorio del comune di Ravenna e rivolta a studenti e professori delle scuole secondarie di secondo grado. Il percorso si sviluppa per circa 50 km e in 6 tappe, toccando alcuni punti di particolare interesse sia dal punto di vista naturalistico, sia dal punto di vista della gestione della costa e della risorsa acqua.

  • La prima tappa è la chiusa sul fiume Ronco in località San Bartolo, utilizzata per alimentare i canali di bonifica a scopo irriguo;
  • La seconda tappa è lungo l’argine sinistro del Canale del Molino, da dove è possibile osservare il reticolo idrografico artificiale e le opere idrauliche di regolazione dei flussi e del livello della falda freatica.
  • La terza tappa è alla cava Manzona dove si discuterà dell'attività di estrazione di sabbia e ghiaia e il relativo impatto sul territorio.
  • La quarta tappa è all’impianto idrovoro “V Bacino” in località Fosso Ghiaia, dove è possibile vedere all’opera l’impianto idraulico di massime dimensioni e potenza
  • La quinta tappa è all’interno della Pineta di Classe, bosco planiziale artificiale di grande valore naturalistico classificato come sito di interesse comunitario e zona di protezione speciale, incluso nel Parco Regionale del Delta del Po.
  • La sesta ed ultima tappa è alla foce del torrente Bevano, anch’essa inclusa nel Parco e designata come zona di protezione speciale.

Oltre a docenti e ricercatori dell’Università di Bologna, nelle diverse tappe è prevista la partecipazione di alcuni esperti degli enti di gestione delle acque e del territorio: Comune di Ravenna, Consorzio di Bonifica della Romagna, Parco Regionale del Delta del Po, Carabinieri Forestali.

Obiettivi del progetto

Gli obiettivi del progetto sono: ampliamento ed approfondimento delle conoscenze su alcuni aspetti ambientali relativi a geomorfologia, idrologia, chimica ambientale, ingegneria specifici dell’ambiente marino costiero e che potranno essere visti direttamente in campo; inquadramento delle tematiche specifiche in una visione olistica d’insieme dell’ambiente marino costiero, delle sue dinamiche e delle pressioni e degli impatti antropici cui è sottoposto.

Aggiornamento Candidature

Il progetto è al completo e al momento non risulta più possibile candidarsi

Contatti

Referente scientifico - Prof. Nicolas Greggio

Referente Amministrativo - Florence Ciotti

Scrivi una mail